obiettivi

Obiettivi raggiunti e Prossimi obiettivi.

Obiettivi raggiunti e prossimi obiettivi.

Dal 19/10/2021 al 25 Maggio 2022 ho raggiunto i seguenti obiettivi:

  • Acquisizione 24 CFU riconosciuti MIUR per l’insegnamento;
  • Master Universitario A-28 per l’insegnamento di Matematica e Scienze (la prova finale ha trattato un approfondimento sulla Respirazione Cellulare (Glicolisi, Ciclo di Krebs, Catena di Trasporto degli Elettroni);
  • Certificazioni informatiche per l’insegnamento: Utilizzo della LIM nella Didattica; Strumenti Informatici Innovativi per la Didattica; Utilizzo del Tablet nella Didattica; Corso Coding

Prossimi Obiettivi:
esame di Stato per la professione del Biologo (2022-2024) e/o acquisizione qualifica Auditor certificazioni di qualità per l’AgroAlimentare.

tesi2021

Tesi di Laurea (2021): Effetti neurochimici e comportamentali di stimoli gustativi edonici in ratti trattati col cannabinoide sintetico JWH-018: ruolo della trasmissione dopaminergica nella corteccia prefrontale mediale (mPFC).

Effetti neurochimici e comportamentali di stimoli gustativi edonici in ratti trattati col cannabinoide sintetico JWH-018: ruolo della trasmissione dopaminergica nella corteccia prefrontale mediale (mPFC).

La trasmissione DAergica mesolimbica ed il sistema endocannabinoide svolgono un ruolo centrale nei processi emozionali e di ricompensa legati a stimoli gratificanti naturali e farmacologici che determinano un incremento della trasmissione DArgica nel sistema mesolimbico (Bassareo et al., 2002; Di Chiara, 1990; Maldonado et al., 2006; Volkow et al., 2003, 2017). Tuttavia, in queste aree, la trasmissione DAergica và incontro ad una regolazione adattativa (habituation) dopo ripetute esposizioni agli stimoli gratificanti naturali (ad es. il cioccolato) mentre questo non avviene dopo esposizioni successive alle sostanze d’abuso (Pontieri et al., 1995, 1996; Tanda et al., 1997). I cannabinoidi sintetici (SC) sono agonisti completi del recettore dei cannabinoidi (SCRA), sintetizzati per studiare il sistema endocannabinoide (Castaneto et al., 2014; De Luca & Fattore, 2018; Graddy et al., 2018) e a scopo terapeutico (De Luca & Fattore, 2018). Sono una classe delle nuove sostanze psicoattive (NPS) in quanto identificati nelle herbal highs, miscele di varie erbe chiamate più comunemente Spice o K2 e consumate per i loro effetti psicoattivi simili e spesso più potenti rispetto a quelli indotti dalla Cannabis; in essi è risultato spesso presente il JWH-018 che possiede affinità per i recettori cannabinoidi (CBR1 e CBR2) superiore a quella del principio psicoattivo della Cannabis (∆9-THC) e per questo stimola la trasmissione DArgica nel NAc shell in vivo a dosi inferiori (De Luca et al., 2015). Gli effetti sulla trasmissione DAergica causati dall’esposizione cronica a queste sostanze e la loro presunta relazione con i processi alla base della dipendenza e del comportamento alimentare, non sono stati ancora ampiamente caratterizzati. Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare la risposta DAergica nella corteccia prefrontale mediale (mPFC) in seguito all’esposizione ripetuta a stimoli gustativi (soluzione cioccolato) in ratti Sprague-Dawley adulti trattati ripetutamente con JWH-018. Inoltre, sono state valutate le reazioni gustative edoniche e avversive (taste reactivity). Abbiamo osservato  che dopo la seconda esposizione al cioccolato compare un’inaspettata habituation della risposta DAergica nella mPFC, correlabile ad una perdita di habituation nel NAc shell (Pintori et al., 2021) nel gruppo trattato ripetutamente con JWH-018, suggerendo quindi un ruolo inibitorio della mPFC sulle aree DAergiche sottocorticali e una interessante correlazione tra il sistema DAergico e quello endocannabinoide; la stimolazione di quest’ultimo, in seguito all’esposizione ripetuta al JWH-018, potrebbe indurre una disregolazione del sistema DAergico, associabile ad una perdita di controllo della valutazione motivazionale degli stimoli gratificanti (Volkow et al., 2003; Di Chiara et al., 2004; Volkow & Morales, 2015).

ricbiomedica

Ricerca Biomedica tra diritto alla salute e valori costituzionali

Il 25 Gennaio si è svolto un utilissimo convegno sullo stato della Ricerca Biomedica in Italia, tra diritto alla salute e valori costituzionali. Tante e diverse le problematiche affrontate, legate all’aspetto della sperimentazione animale. E qualche accenno all’importanza della formazione quale unico strumento per sconfiggere la piaga delle Fakes News. Non tutto è opinabile.